GIORNATA EDUCATIVA

08:00 – 09:30 Accoglienza dei bambini nella classe di appartenenza, luogo all’interno del quale le insegnanti predispongono intenzionalmente contesti e centri di interesse che il bambino troverà al suo arrivo.

09:30 – 10:00 “Assemblea” del mattino, momento che dà l’avvio alla giornata, intonando il gioco del “Chi c’è e chi non c’è” in lingua inglese, in qualità di gioco di riconoscimento che permette di lavorare sull’identificazione e sul diventare gruppo insieme. Ai bambini viene distribuita la frutta fresca di stagione e si propongono letture di storie, potenziando la comunicazione verbale tra bambini e tra bambini ed adulti.

10:00 – 10:45 Attività educative: le nostre insegnanti ipotizzano settimanalmente un planning (esposto alle famiglie sulla pannellatura esterna alla sezione) relativo alle attività che vengono modificate in itinere a seconda del progetto, che si vanno ad aggiungere ai relativi “appuntamenti fissi” ossia l’atelier, la psicomotricità e la musica. I bambini vivono quotidianamente tutti gli spazi presenti nel nido.

10:45 – 11:30 Momenti di cura, gioco libero e preparazione al pranzo: i bambini vengono accompagnati in bagno per il cambio del pannolino, momento di scambio, di condivisione educativa e di cura tra educatrice e bambino. Vengono in seguito lavate le manine. Nel contempo, il gruppo dei bambini che attende il cambio, o lo ha già effettuato, gioca liberamente nei vari angoli (costruttività, gioco simbolico, angolo della lettura). Il momento del gioco libero è un momento di grande apprendimento. I bambini costruiscono relazioni, potenziano amicizie, facendo emergere i loro interessi personali.

11:30 – 12:00 Pranzo: il momento del pranzo è un momento educativo e relazionale molto importante. A seconda delle diverse esigenze e dell’età dei bambini, il pranzo viene organizzato con modalità differenti, nel rispetto dei loro tempi, ad un passaggio dal pasto sostenuto dall’adulto ad una maggiore autonomia nello stare a tavola insieme agli altri.

12:00 – 12:30  Cambio dei bambini e riordino della sezione. Il riordino rientra quotidianamente nelle attività proposte ai bambini, per abituarli alla giusta collocazione dei materiali, al rispetto degli stessi e anche perché una classe disordinata genera nei bambini un senso di “caos”, che non permette loro di giocare bene. Il riordino parziale è da prevedersi anche nel corso della mattinata. Si svolgono poi all’interno della classe attività tranquille e di rilassamento in preparazione alla prima uscita e al sonno per chi rimane.
12:30-12:45:Prima uscita

12:45 – 15:00 Sonno e cambio: durante il momento del sonno un’educatrice rimane sempre vicino ai bambini, vigilando e intervenendo nei risvegli. I bambini amano addormentarsi vicini per poi risvegliarsi e ritrovarsi in un contesto “tutto loro”, costruendo un grande senso di appartenenza. Man mano che i bambini si svegliano, vengono accompagnati in bagno per un successivo cambio, attendendo il risveglio degli amici e la merenda

15:00 – 15:30 Merenda: accompagnata da canzoni e narrazioni di storie.

15:30 – 16:15 Seconda uscita.

16:15 – 18:00 Tempo prolungato: Uscita flessibile per permettere ai genitori di ricongiungersi con il proprio bambino all’ora desiderata. I bambini che rimangono seguono un planning settimanale creato appositamente per il pomeriggio, individuando attività e laboratori progettuali che stimolano le inclinazioni personali. Un luogo privilegiato in quanto il piccolo gruppo permette interventi mirati da parte delle educatrici sui bambini.