DANZA CREATIVA

danza-creativa
danza-creativa2

PERCHÉ LA DANZA?

La danza risponde alle modalità cognitive del bambino, caratterizzate da una forte dominanza sensoriale e motoria, e ne favorisce l’evoluzione in forme di linguaggio più complesse, che facilitano l’espressione personale, ma anche la relazione interpersonale. La sua pratica può quindi migliorare lo sviluppo fisico, mentale ed emotivo di chi sta costruendo la propria identità, attraverso la rielaborazione in forma autonoma di esperienze sociali e cognitive.
Il bambino è guidato a conoscere il proprio corpo e a scoprire il movimento come mezzo di comunicazione con gli altri, scopre che la qualità del movimento varia a seconda delle emozioni provate, ed è strettamente collegata all’ambiente che lo circonda, al ritmo, alla musica, e al gruppo.

METODOLOGIA
Questo laboratorio, dedicato ai bambini dai 3 anni e mezzo in su, è un percorso incentrato sul movimento, il ritmo, il gioco corporeo come elementi fondamentali di espressione di sé, di comunicazione e di relazione.
Il metodo usato si rifà alla Danza Moderna e Contemporanea, unito a elementi di Danzamovimentoterapia a orientamento psicodinamico (sito www.APID.it) e di Metodo Feldenkrais®.
Poiché un percorso di danza non può prescindere dall’espressione emotiva, insita in ogni movimento, grande importanza viene data alla relazione fra bambino e insegnante, così come al Gruppo inteso come risorsa e come contenitore delle emozioni che emergono.
Il bambino viene guidato a conoscere il proprio corpo e a scoprire il movimento come mezzo di comunicazione con gli altri, superando l’eventuale inibizione e rafforzando l’autostima. O, laddove presenti, canalizzando la propria iperattività o le proprie pulsioni aggressive/distruttive in  movimenti dotati di qualità estetiche e comunicative.
Sono spesso utilizzati dei materiali, che stimolano l’espressività dei bambini e inducono a scoprire particolari qualità di movimento. Questo passaggio dal concreto all’astratto si mostra particolarmente efficace in questa fase evolutiva.

OBIETTIVI
Gli obiettivi specifici saranno naturalmente valutati durante il percorso, dopo la conoscenza e l’osservazione dei partecipanti.
Ecco gli obiettivi generali:

  •      Favorire la conoscenza del proprio corpo e dei suoi segmenti
  •      Rafforzare l’orientamento spaziale (livelli, direzioni, percezione dello spazio personale )
  •      Favorire il legame tra musica e gesto
  •      Discriminare alcune qualità di movimento opposte: leggero-pesante;veloce- lento…
  •      Impostare le posizioni base della danza, i primi passetti e saltelli
  •      Favorire l’espressione creativa attraverso l’immaginazione
  •      Dare spazio all’espressione libera della propria danza personale
  •      Nutrire l’autostima, superare l’eventuale inibizione
  •      Laddove sia presente iperattività, canalizzarla in un movimento dotato di qualità estetiche e comunicative